Infinite sfumature di grigio: consigli per disegnare a matita


Scrivo questo articolo per chi si è avvicinato al disegno a matita e vuole imparare ad utilizzare meglio questo strumento. (Se pensi che il titolo si riferisca alla famosa serie di libri… mi spiace ma sei nel posto sbagliato! Eh si ..qui si parla di cose serie 🙂 )

Prima di tutto esiste una scala graduata in cui sono suddivise le matite, a seconda della quantità di grafite presente.  Vanno dalla 9H alla 9B, ovvero dalla più chiara e dura alla più scura e morbida.Matite2 Quelle piu comunemente utilizzate sono in genere 2H e HB. Da sole comprendono già diversi gradi di grigio, che si ottengono variando la pressione sul foglio. Ma non bastano…non quando si vogliono ottenere disegni più belli e realistici.

Per me il “salto di qualità” è stato proprio iniziare ad utilizzare anche le altre matite della scala, in particolare quelle scure. Ricordo l’estate scorsa quando ho iniziato a cercare… tra quelle prese per sbaglio per essermi confusa le lettere e quelle contemporaneamente comprate dai miei genitori, mi sono ritrovata con un bel mucchio di matite davanti. Avevo appena iniziato a disegnare seriamente ed esercitarmi con i ritratti , così dopo diverse prove ho trovato un mio metodo: usare tre matite diverse (chiarissima, media e scura), partendo quindi con una base leggera ma ben dettagliata e precisa.

In genere chi si avvicina al disegno o lo fa solo per hobby, si ferma alle prime fasi, magari concentrandosi solo sui contorni senza riempire poi la figura.

chicca fasi ritrattoSe osservi l’esempio qui a fianco puoi notare bene la differenza. Nella prima fase ho fatto una sorta di base a matita leggera, una 3H probabilmente, poi ho iniziato a ripassare e ridefinire con la HB ed infine con una altra matita più scura (6B? ). In questo caso ho utilizzato anche il carboncino (acquisto recente) , che serve semplicemente per arrivare fino al colore nero, un pò come se si dovesse continuare la scala graduata.

Ecco allora i consigli che ti posso dare:

  • Inizia con il disegno completo a matita leggera: questo ti permette di avere una visione d’insieme e sei ancora in tempo per cancellare senza far danni. Metti tutto al posto giusto nella composizione, aggiungi, modifica, correggi finchè non ti soddisfa. Se è di tua invenzione assomiglierà più ad uno schizzo, se è da foto puoi invece inserire da subito più dettagli possibile.
  • Ripassa i dettagli più significativi (occhi, naso/muso, parti scure..) con la matita scura. Evita di ripassare i contorni, devono venire fuori esclusivamente dal contrasto tra i diversi gradi di grigio e lo sfondo bianco (vedi consiglio successivo).
  • Riempi l’interno della figura senza lasciare spazi di foglio bianco. Questo mette in risalto la figura rispetto al foglio, rendendola più realistica.

p.s. Non è necessario spendere una fortuna in matite: ne bastano tre per iniziare, e non per forza di grande qualità (le migliori che ho trovato sono le Art Design). 

Buon lavoro! 🙂

Annunci

3 responses to “Infinite sfumature di grigio: consigli per disegnare a matita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: