Come disegnare le stelle a 5 punte


Per la mia prima guida ho scelto un argomento semplicissimo: le stelle a 5 punte. Quelle che ci vengono insegnate a fare fin da bambini, ma che escono fuori sempre brutte e storte! Come fare a disegnarne una perfetta, al primotentativo, velocemente e senza dover cancellare?

Per imparare si passa attraverso tre fasi:  osserva, impara, crea! (come il motto del sito)

________________Osserva

Il metodo più conosciuto per disegnare le stelle è quello che vedi qui a destra, probabilmente lo conosci già!. Si tracciano 5 linee della stessa lunghezza, incrociandole in modo da formare la stella. Ogni linea si collega all’altra formando un angolo acuto (circa 36°..è importante che siano tutti della stessa misura). La parte centrale è un pentagono: più è proporzionato (lati di uguale lunghezza) , meglio viene la stella

Anche se non è il metodo migliore è utile per ragionarci sopra, osservando la stella. Concentratevi su queste semplici regole:

  1. Continuità. Come puoi notare osservando la linea evidenziata di blu, ogni lato di una punta è collegato con il lato della punta opposta.  Questa continuità rimane anche cancellando la parte azzurra della linea o tutto il pentagono.
  2. Uguaglianza. La punta evidenziata in blu forma un piccolo triangolo, che è uguale a tutti gli altri, per lunghezza dei lati e per gli angoli.
  3. Precisione. Anche con questo metodo è facile sbagliare, una piccola imprecisione fa venire male tutta la stella. Bisogna stare attenti che le singole parti siano messe nel modo giusto, nei rapporti giusti le une con le altre.

____________________Impara

L’esercizio è indispensabile per imparare. Tutti (anche tu) possono ottenere buoni risultati impegnandosi e abbandonando il luogo comune per cui solo pochi eletti avrebbero il “dono”, il talento per poter disegnare bene. Ecco le varie fasi:

  1. Primo metodo, mostrato in precedenza. Occorre esercitarsi ragionando sulle proporzioni, finchè non si riesce ad ottenere una stella accettabile.
  2. Secondo metodo , mostrato qui a destra(cliccaci sopra,nel caso non si vedesse in movimento). Prima disegna la punta alta della stella, nel modo più preciso possibile. Poi ai lati si tracciano due linee (i lati delle punte vicine) . E’ come se fosse un unica linea retta, come quella evidenziata in blu nel disegno sopra, ma senza la parte azzurra centrale. Poi si gira il foglio (almeno inizialmente) portando in alto una delle due punte appena iniziate, continuando così con lo stesso metodo appena utilizzato per iniziare la stella. E così via, finchè non è completa.
  3. Terzo metodo, mostrato a sinistra (cliccaci sopra,nel caso non si vedesse in movimento). Consiste nel disegnare una punta alla volta, seguendo la regola della continuità.  Si continua un lato della punta, saltando il solito “spazio azzurro” per finire nella punta opposta, e così via. In pratica è come il primo metodo, ma saltando gli spazi interni. In questo modo non dovrai cancellarli in seguito. Anche qui, se viene più facile si può girare il foglio ad ogni passaggio. Se ci sono imperfezioni (qualsiasi metodo si usi) basta correggerle alla fine, ripassando i contorni della stella.

I metodi sono scritti in ordine di difficoltà. Bisogna iniziare ad esercitarsi dal primo, poi abbandonarlo per proseguire con gli altri due, tra cui poi si utilizza quello che si preferisce. Tutte le stelle mostrate nelle varie gif le ho fatte senza utilizzare il righello o cancellare: con un minimo di impegno è possibile imparare disegnarle altrettanto bene e velocemente.

____________________Crea

Dopo aver imparato le basi, si può dar sfogo alla propria creatività . Stelle con le punte affilate o arrotondate, grandi o piccole, colorate in diversi modi, messe assieme a formare delle figure o anche a formare un piccolo tatuaggio. Ecco alcuni esempi…

…questa è la mia mano scannerizzata 😀

Aggiungo che l’abilità e la precisione con la matita non si acquisiscono dall’oggi al domani. Anche solo disegnare linee dritte per alcuni non è così immediato…l’unico consiglio che posso dare per essere più precisi, oltre ad esercitarsi, è tenere il polso appoggiato al foglio mentre si disegna.

…Per concludere basta avere fiducia nelle proprie capacità e dedicarci un pò di tempo ogni giorno. L’ideale è sfruttare i momenti di noia, che a chi studia non mancano di certo… !

p.s….per qualsiasi cosa lascia un commento e ti risponderò appena possibile 😉

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: